Le sorelle Field

Tre sorelle, tre matrimoni, tre destini.
Lucy è la maggiore, ed è un concentrato di affetto e apprensione. È così da quando aveva diciotto anni, cioè dalla morte della madre, un evento che l’ha costretta a caricarsi del peso della responsabilità di tutto e per tutti. Per fortuna c’è William, il marito, un uomo dolce e forte che cerca in ogni modo di darle serenità. Vera è la seconda, e la sua bellezza mozzafiato le ha fatto conquistare un marito ricco e una vita agiata. Ma lei si sente libera da qualsiasi legame e, finché può, è ben decisa ad approfittarne. Charlotte è la più giovane, ed è una donna che ha sempre amato troppo. E continua ad amare ciecamente anche Geoffrey, il marito insensibile e autoritario che “soffia costantemente, come un vento secco, sul suo animo e lo inaridisce”.
Ci penserà la vita a unire o a dividere il destino delle tre sorelle, incrociando desideri e paure, storie e personaggi. E noi, grazie alla delicata, precisa scrittura di Dorothy Whipple, scopriremo che, dagli anni ’30 a oggi, molte cose per le donne sono di certo cambiate, ma altre sono rimaste dolorosamente immutabili.

A volte, quando non c'erano uomini intorno, le tre sorelle erano felici insieme. Tra loro vi era una totale confidenza. In quelle occasioni, chiarivano malintesi, raddrizzavano storture. Accendevano il grammofono, e ballavano frenetiche per casa, piroettando l'una intorno all'altra, gli occhi splendenti, i capelli al vento, e sorridevano, sorridevano senza mai smettere. Se solo avessero potuto avere più momenti come quelli…

'La storia di tre sorelle raccontata con una scrittura abile e sensibile.'

Il Venerdì

'Le sorelle Field' è il luminoso capolavoro di un'autrice che sa come avvincere il pubblico: una qualità, oggi, sempre più rara.

The Spectator

Tre sorelle, tre matrimoni, tre destini.
Lucy è la maggiore, ed è un concentrato di affetto e apprensione. È così da quando aveva diciotto anni, cioè dalla morte della madre, un evento che l’ha costretta a caricarsi del peso della responsabilità di tutto e per tutti. Per fortuna c’è William, il marito, un uomo dolce e forte che cerca in ogni modo di darle serenità. Vera è la seconda, e la sua bellezza mozzafiato le ha fatto conquistare un marito ricco e una vita agiata. Ma lei si sente libera da qualsiasi legame e, finché può, è ben decisa ad approfittarne. Charlotte è la più giovane, ed è una donna che ha sempre amato troppo. E continua ad amare ciecamente anche Geoffrey, il marito insensibile e autoritario che “soffia costantemente, come un vento secco, sul suo animo e lo inaridisce”.
Ci penserà la vita a unire o a dividere il destino delle tre sorelle, incrociando desideri e paure, storie e personaggi. E noi, grazie alla delicata, precisa scrittura di Dorothy Whipple, scopriremo che, dagli anni ’30 a oggi, molte cose per le donne sono di certo cambiate, ma altre sono rimaste dolorosamente immutabili.

A volte, quando non c'erano uomini intorno, le tre sorelle erano felici insieme. Tra loro vi era una totale confidenza. In quelle occasioni, chiarivano malintesi, raddrizzavano storture. Accendevano il grammofono, e ballavano frenetiche per casa, piroettando l'una intorno all'altra, gli occhi splendenti, i capelli al vento, e sorridevano, sorridevano senza mai smettere. Se solo avessero potuto avere più momenti come quelli…

'La storia di tre sorelle raccontata con una scrittura abile e sensibile.'

Il Venerdì

'Le sorelle Field' è il luminoso capolavoro di un'autrice che sa come avvincere il pubblico: una qualità, oggi, sempre più rara.

The Spectator