La 'Povna
Caduta e ascesa di Reginald Perrin

Slumberland, 7 agosto 2011
bollo

Res sunt consequentia nominum. O magari anche no. La vita di Reginald Perrin cambia nel momento in cui, per errore, chiama (in absentia) la suocera "ippopotamo". E questo lapsus apparentemente innocuo scatena in lui un impulso irrefrenabile a cambiare la propria trama di vita (il dottor Freud può essere, a ragione, molto orgoglioso di lui).
L'intreccio di Caduta e ascesa di Reginald Perrin si snoda così, in un susseguirsi di capitoli che sono giorni, descrivendo le ragioni che portano Reginald prima a dissacrare l'azienda in cui anche lui, fino a quel momento, ha recitato il suo ruolo sempre uguale a se stesso, e poi a mettere in scena la sua personale interpretazione di Mattia Pascal. Le riflessioni serie si alternano. con umorismo, alla messa in burletta di una società (quella di fine anni Settanta) che ha già imboccato la via della corsa postmoderna e Nobbs dimostra di saper usare, al meglio, tutto il repertorio alto della tradizione di sceneggiature BBC. Così si ride, si ride molto. Ma i personaggi sulla scena, maschere, sembrano ricordare al lettore - con i loro gesti, le gags ripetute ogni giorno - tutta l'alienazione del capitale (si parla di problemi come impatto ambientale, stress da troppo lavoro - tutte cose destinate a finire sempre più tristemente, nel futuro prossimo, al centro di un dibattito spesso vuoto). Se la caduta ha il ritmo rapido di due settimane scandite in giorni, l'ascesa si conta in mesi, e porterà il protagonista - secondo uno schema hegeliano perfetto - a (ri)scegliere, sinteticamente, ciò che aveva abbandonato da una prospettiva nuova. Alla fine, si sa, ha sempre ragione il Bardo, e una rosa resta rosa anche con un altro nome.
Ps. Come Jonathan Coe (che di Nobbs è un ammiratore eccellente - del resto lui gli ha pure adattato What A Carve Up! per la BBC), a più riprese, fa notare acutamente, si tratta di uno di quei libri in apparenza poco ambiziosi che, in sordina, sembrano invece fatti per regalare spunti a chi li sa leggere nel modo giusto. Che Caduta e ascesa sia servita da modello per l'autore della Terrible Privacy di Maxwell Sim (e in particolare di quello) è banale, e lo dichiara Coe stesso. Ma una lettura attenta rivela spunti almeno anche per David Lodge (Therapy) e (attenzione! attenzione!) il Truman Show. E ovviamente siamo solo all'inizio, la caccia è aperta per chi abbia voglia di guardare.


© astoria S.r.l.
corso C. Colombo 11, 20144 Milano
C.F. e P. IVA 07224010962
T. +39 02 84143277

bollo