«Feci a Dio una spaventosa scenata di gelosia. Era sleale, se esisteva davvero. Era una concorrenza amorosa che non potevo sostenere. La sua sapienza eterna, il suo essere immutabile e indistruttibile, contro il mio modesto potenziale da donnetta. Troppo comodo, caro il mio Dio!».
cover Marina Morpurgo
Sono pazza di te
(ma fino a un certo punto)

Ci sono ancora gli amori e, soprattutto, le donne di una volta? Quelle miti e sottomesse, e anche un po’ ingenue? E le tragedie d’amore possono avere un lato comico?
Se guardando su Google capiste le origini della nevrosi e della cupezza del vostro compagno e anche che la situazione è irrimediabile, ve ne liberereste?
Se poteste assistere a tragicomiche scenate del vostro vicinato, senza essere notati, lo fareste? E lo considerereste una valida alternativa alla TV?
Se foste pacificamente perseguitate da un ortodosso che vuole portarvi sulla retta via, finireste per invaghirvene?
E se vi fosse affidata la revisione di una collana di classici, cambiereste i contenuti dei testi in modo da renderli più ottimisti e rosei?
Se avete risposto sì ad almeno una domanda, non fate più parte delle donne un po’ ingenue e miti di una volta e l’acquisto di questo libro vi è caldamente consigliato.


© astoria S.r.l.
corso C. Colombo 11, 20144 Milano
C.F. e P. IVA 07224010962
T. +39 02 84143277

bollo

Marina Morpurgo
Sono pazza di te
(ma fino a un certo punto)

11,5 x 16,5 cm, 104 pp.
euro 8,00
ISBN 978-88-96919-02-6

« acquista
« e-book
« leggi on line
« scarica un estratto

rassegna stampa
« Elle, 15/10/2010
« La Repubblica, 22/10/2010
« Teleunica, 29/10/2010
« Corriere della Sera, 30/10/2010
« Al buon libro, 15/11/2010
« Metro, 18/11/2010
« Tranquilla, 22/11/2010
« Blog Libri, 7/12/2010
« Bollettino CEM, gennaio 2011
« L’indice dei libri del mese, marzo 2011